COME SCEGLIERE LE TELECAMERE


COME SCEGLIERE LE TELECAMERE

Il mondo della videosorveglianza odierno è molto variegato, si trovano una miriade di offerte e tantissime soluzioni.

Quando si vuole installare un’impianto di videosorveglianza bisogna definire l’obbiettivo che si vuole ottenere, che può essere riassunto in tre casistiche : rilevamento intruso, riconoscimento e identificazione.

L’immagine seguente è esplicativa :

telecamere obbiettivi

Per l’identificazione, il soggetto  dovrebbe rappresentare non meno del 120% dell’altezza dello schermo

Per il riconoscimento, il soggetto dovrebbe rappresentare non meno del 50% dell’altezza dell’immagine

Per il rilevamento di un intruso, il soggetto dovrebbe rappresentare non meno del 10% dell’altezza dell’immagine

A questo scopo voglio fare chiarezza sulla qualità visiva di ogni soluzione, da quelle più economiche e con qualità scarsa a quelle con un costo maggiore ma con definizione nettamente maggiore.

Telecamere economiche

Anni fa il mercato proponeva solamente telecamere analogiche con qualità massima di 400 linee , ma quelle più diffuse erano quelle da 320 linee con copertura infrarossa di qualche metro e sensibilità al passaggio buio-luce molto lento.

Al giorno d’oggi ci sono ancora in commercio kit molto economici (max € 300,00 per telecamere e videoregistratore) che propongono queste soluzioni, naturalmente se vogliamo monitorare un’area abbastanza vasta l’immagine che si ottiene non può essere ingrandita e si riesce ad ottenere al massimo il riconoscimento.

Questa è la qualità visiva ottenibile (clicca sull’immagine per vedere l’immagine ingrandita) :

telecamere economiche

Queste soluzioni sono da sconsigliare in quanto creano un falso senso di sicurezza non essendo in grado di fornire in caso di sinistro, una qualità visiva sufficiente per poter identificare il soggetto.

 

Telecamere medie

Alzando la qualità video si trovano delle telecamere sempre di tecnologia analogica ma con risoluzione maggiore come lo standard WD1 960×576 pixel in grado di effettuare agevolmente il riconoscimento e con difficoltà l’identificazione, oppure oppure si trovano anche telecamere analogiche con qualità 720p o anche 1080p che garantiscono una qualità in grado di poter identificare agevolmente un’intruso.

La qualità visiva di una telecamera WD1 è la seguente (clicca sull’immagine per vedere l’immagine ingrandita) :

telecamere medie

 

Questo tipo di soluzioni sono economicamente apprezzabili nei casi in cui si abbia già un‘impianto di videosorveglianza di vecchia concezione e si voglia aumentare la qualità visiva.

Nel caso in cui si voglia installare un’impianto ex-novo si dovrebbero considerare anche le telecamere di fascia più alta con la tecnologia IP che presenta qualità maggiore e possibilità di sviluppo più ampia.

 

Telecamere di fascia alta

Appartengo  a questa famiglia le telecamere con risoluzione da 1.3Mpx in su e sono basate su tecnologia IP , però attenzione in quanto esistono telecamere con tecnologia IP con risoluizoni molto basse, al pari di quelle di bassa qualita analogiche, per cui non basta che la telecamera sia Ip per essere automaticamente di alta qualità.

Con questo tipo di telecamere riusciamo ad effettuare l’identificazione senza problemi. Naturalmente per zone molto ampie, oltre i 30 metri si dovranno scegliere risoluzioni adatte, dai 3Mpx in su.

Altra caratteristica apprezzabile di questo tipo di telecamere sono l‘ottima visione in notturna, il campo visivo di metri 30 è ormai la norma ma ne esistono anche fino a 80 metri e oltre.

Senza dimenticare che alcuni modelli sono in grado di avere anche l’audio bidirezionale, questo significa poter registrare anche le voci e i rumori ambientali, oltre che poter comunicare tramite le applicazioni apposite.

Naturalmente il costo è maggiore rispetto alle altre, ma garantiscono un ritorno dell’investimento certo.

La qualità di partenza per le telecamere di fascia alta è questa (clicca sull’immagine per vedere l’immagine ingrandita) :

telecamere di fascia alta

Considerando che una parte importante del  costo di un’impianto di videosorveglianza è dato dal lavoro di installazione e di cablaggio, la scelta del tipo di telecamere ha un’enorme importanza in quanto segliendo la tecnologia analogica le possibilità di miglioramenti futuri sono molto limitati.

Il consiglio è ovviamente di affidarsi ad un’installatore certificato che può indicare la migliore soluzione possibile tra quelle presenti sul mercato, Rimini Informatica offre preventivi e sopralluoghi  gratuiti proprio a questo fine.

COME SCEGLIERE LE TELECAMERE
ultima modifica: 2015-04-13T16:15:55+00:00
da admin